La chiesa della Madonna di Costantinopoli

Piazza Umberto I, 84043 Agropoli SA, Italia

La chiesa della Madonna di Costantinopoli edificata sul promontorio e a pochi passi dalla porta del borgo antico domina da secoli sulla città e sul porto turistico.

La sua costruzione è sicuramente risalente a prima del 1583, allorché in quell’anno venne accertata nella stessa la presenza di una confraternita.

Sul frontone della chiesa campeggia la scritta “Ave Stella Maris”, chiaro riferimento all’antico inno gregoriano inserito nella liturgia delle ore: nella tradizione occidentale il nome “Maria” fu tradotto in “Stella del mare”.

L’edificio ha un’unica navata con annesso campanile.

Al suo interno troviamo la statua della Madonna di Costantinopoli che presenta una caratteristica unica: coerentemente con l’origine orientale del culto, infatti, la Vergine regge il Bambino sul braccio sinistro secondo la tradizione iconografica bizantina.

Nell’adiacente palazzo si trova riutilizzata nella muratura un’epigrafe di grande importanza storica EP(iscopu)S † [L]EONARDUS D(ominus) N(oster) (Il Vescovo Leonardo nostro signore), che testimonia la probabile sepoltura ad Agropoli di Leonardo, vescovo della diocesi di Paestum.

c a p Agropoli
Chiesa Madonna di Costantinopoli

Tra storia e leggenda – La leggenda narra che il corsaro Ottomano Barbarossa (Khair-ed Din) assalì Agropoli nel 1535, la saccheggiò, rase al suolo case e chiese, bruciò i campi e uccise chiunque tentò di opporsi alla sua furia.Oltre 500 agropolesi furono deportati e venduti come schiavi a Tunisi e Algeri. Alcuni coraggiosi e devoti fedeli della Madonna, prima che la furia del Barbarossa si abbattesse sul borgo, riuscirono a mettere in salvo la statua in una grotta del promontorio. Purtroppo nemmeno questi fedeli riuscirono a sottrarsi alla violenza del corsaro, che furono o uccisi o deportati portando con loro il segreto dell’esatta ubicazione del nascondiglio.

Alcuni anni più tardi una forte mareggiata strappò la statua dal suo buio nascondiglio gettandola in mare, alcuni pescatori vedendola galleggiare sull’acqua la riportarono sulla terra ferma dove le edificarono una cappella.

Madonna di Costantinopoli AgropoliMolteplici sono le apparizioni della Madonna di Costantinopoli a protezione dei pescatori, tra queste se ne ricordano due in particolare.

Una di queste apparizioni avvenne nel 1956, allorquando 20 pescatori, usciti in mare per la pesca con le loro imbarcazioni, al momento di rientrare sulla terra ferma carichi di pesce, furono bloccati al largo da un forte nubifragio.

Il mare, divenuto grosso e minaccioso, vanificava, rendendoli inutili, gli sforzi dei pescatori che con le loro piccole barche tentavano di rientrare a riva.

Alla scena, dall’alto della rupe, assistevano impotenti le famiglie degli sfortunati pescatori, che levarono in coro una preghiera alla Madonna nella speranza di un miracolo.

E miracolo fu. La Madonna apparve ai pescatori, così come raccontano gli anziani, che grazie alla sua intercessione riuscirono a rientrare in porto.

A perenne ricordo di questo evento fu dipinto un affresco sul soffitto della chiesa della Madonna di Costantinopoli, che mostra proprio la Madonna apparire in soccorso ai pescatori.

Un’altro evento di cui si ha notizia si ebbe nel 1913, quando su Agropoli si abbatté un violento nubifragio che spazzò via le tende di un vicino accampamento di soldati francesi, questi, decisi a trovare un rifugio, all’asciutto, a tutti i costi, si diressero verso la chiesa dove vi si accamparono nonostante le animate proteste dei fedeli.

Ad un certo punto però, non si sa come, da sotto il pavimento della Cappella della Madonna di Costantinopoli cominciò a fuoriuscire acqua. I soldati, increduli, si videro a questo punto costretti ad abbandonare la chiesa.

Qualcuno udì il Comandante Francese chiedere perdono alla Madonna promettendo che avrebbero trovato un altro posto dove ripararsi. Era la notte del 24 luglio e la Beata Vergine era, ancora una volta, intervenuta a protezione dei fedeli.

Da allora ogni 24 luglio si festeggia ad Agropoli la Beata Vergine Madonna di Costantinopoli, da sempre considerata la protettrice dei pescatori. Questa è senza ombra di dubbio la festa più sentita e folcloristica di Agropoli.

Il momento più suggestivo dei festeggiamenti avviene allorché la statua della Madonna, alla fine della Solenne Processione per le vie del paese, viene imbarcata su di un peschereccio dando inizio alla processione in mare lungo le coste della città.

La festa si conclude con uno straordinario spettacolo pirotecnico sulle acque del porto turistico che, da anni, attira migliaia di persone.

Agropoli calcio
Festeggiamenti per la Madonna di Costantinopoli

Leggi la storia di Agropoli e scopri nuovi posti da visitare oppure guarda la mappa con tutte le attrazioni.

Posizione

Recensioni Google

4,6
150 recensioni
  • BattleRam
    BattleRam
    un anno fa

    Questo posto è magnifico.... Una delle chiese più antiche del Cilento, la cui Madonnina veglia sui pescatori, si trova in una magnifica piazzetta affacciata sul porto della bellissima cittadina. Di lato alla chiesa si trova anche un ottima gelateria consigliata. Voto 10/10

  • Raffaella D'Amelio

    La tradizione narra che la chiesa fu eretta alla fine del '500 in seguito al ritrovamento in mare della statua della Vergine. Inizialmente era composta soltanto da un confessionale e da un piccolo spazio allestito per la sepoltura dei marinai. In un secondo tempo, fu incrementata con il campanile, l'altare, il presbiterio in marmo ed una “Statua a telaio”. La chiesa è da sempre considerata la protettrice della città, venerata da naviganti, pescatori e marinai. Avrebbe necessità di lavori di restauro e manutenzione ma resta, in ogni caso, un esempio di arte, storia e cultura della nostra bella Italia.

  • Codice Andrea Pls
    Codice Andrea Pls
    un anno fa

    Come fare a visitare Agropoli ed il suo centro storico senza imbattersi in questa fantastica chiesa a picco sul mare del porto? Questo è un luogo di culto secolare alla cui Vergine di Costantinopoli si affidano i marinai di Agropoli da generazioni. il 24 luglio ad Agropoli si assiste alla tradizionale processione in mare in onore della Madonna di Costantinopoli, considerata da sempre la protettrice dei pescatori. Secondo la leggenda, in più punti confermata dalla storia, nel 1535 il feroce corsaro Barbarossa assalì Agropoli facendo circa centinaia di prigionieri, distruggendo case e chiese, incendiando campi e uccidendo chiunque tentasse di opporsi. Alcuni fedeli riuscirono a mettere in salvo la statua della Madonna di Costantinopoli in una grotta del promontorio su cui sorge la città vecchia. Dopo qualche anno, una mareggiata portò via la Statua della Vergine dal suo nascondiglio e la si vide galleggiare in mare. I pescatori la recuperarono e decisero di dedicarle una cappella. Più volte da allora, secondo i racconti, la Madonna apparve a protezione dei pescatori e dei fedeli.

  • Giovanni Serra
    Giovanni Serra
    un anno fa

    Posto incantevole e suggestivo

  • Filomena Guariglia

    Piccola ma molto bella. Nel centro storico di Agropoli, si affaccia sulla caratteristica piazzetta che offre la magnifica vista del golfo di Salerno, oltre che del porto turistico di Agropoli. Con un pò di fortuna, se non vi è foschia si vede anche Capri! Stupendo!!!

Aggiungi Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio
Qualità/Prezzo
Posizione
Pulizia

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Grazie!

La richiesta è stata inserita correttamente, ti risponderemo il più presto possibile!

Seguici sui nostri social!