Borgo Medievale San Severino di Centola

SP109, 48, 84051 San Severino SA, Italia

Il borgo medievale, oggi abbandonato, fu fondato molto probabilmente dai Longobardi.

Realizzato in posizione elevata il borgo medievale di San Severino si trova in una posizione altamente strategica, infatti il suo castello (oggi ancora visibile) formava con quello di Palinuro e Molpa una cinta difensiva che si rivelò di importanza vitale nella guerra Angioino Aragonese.

Il villaggio appare molto semplice, seguendo la strada principale si arriva in uno spiazzo dove si affaccia l´antica chiesetta dedicata a Santa Maria degli Angeli e San Severino risalente al XIX secolo.

Posizione

Recensioni Google

4,4
491 recensioni
  • Raffaele Docimo
    Raffaele Docimo
    nell'ultima settimana

    Borgo Medievale del XI sec. rimasto congelato nel tempo L'impressione che trasmette è tra il magico e il surreale portando il visitatore a immedesimarsi nella storia e lasciandosi trasportare nel passato di quei luoghi. Basterebbe un po' di manutenzione in più per essere perfettamente fruibile. Piccolo parcheggio ai piedi del sentiero che porta in loco Salita un po' ripida ma fattibile con calma

  • Clelia Cortese
    Clelia Cortese
    un anno fa

    Bellissima "città fantasma". Non è la prima volta che vengo in questo borgo. Questo perché camminare fra le mura della cittadina ti porta indietro nel tempo. Si può buttare l'occhio all'interno delle case e immaginare come doveva essere un tempo viverci: aprire la porta di casa e trovarsi davanti uno strapiombo, non doveva essere rassicurante. La città è stata abitata fino alla prima metà del 1900, tant'è che la cittadina era dotata anche di illuminazione. La posizione del borgo, un tempo, era strategica in quanto era protetto dalle montagne e permetteva un avvistamento rapido degli eventuali nemici in arrivo.

  • Enrico Marone
    Enrico Marone
    2 settimane fa

    Luogo affascinante per capire come si poteva vivere fino a 50 anni fa e come si sceglievano i posti dove insediarsi. Panorama splendido. È necessario un restauro, altrimenti tra qualche anno non rimarrà più niente.

  • Cristian
    Cristian
    3 mesi fa

    ll Borgo di origine medievale nato tra il X e XI secolo è stato definitivamente abbandonato in un arco temporale di 50 anni nel secolo scorso in seguito alla esecuzione nel 1888 della linea ferroviaria Pisciotta-Maratea. La popolazione si trasferirsi a valle dove ora sorge ilB&B Casale del Borgo, anche se fino al 1970 la chiesa della Madonna degli Angeli, ora completamente ristrutturate, continuo la sua funzione di luogo di culto del paese a valle e alcune case del borgo vecchio erano ancora abitate. Oggi la magia incantata del Borgo Medievale di San Severino di Centola ci immortala una foto autentica del passato. La posizione strategica inerpicata sulla roccia, il panorama sulla gola del diavolo, le abitazioni, le cappelle e la piazzetta, il castello e tanti altri affascinanti particolari fanno di questo Borgo Medievale uno dei posti più suggestivi del Cilento alle porte della costa di Palinuro e Marina di Camerota. La storia del borgo medievale è legata alla famiglia dei Sanseverino. Non è chiaro se il nome derivi da quello della ricca e potente famiglia dominante nel Principato di Salerno o da alcune reliquie del santo che qui furono portate, sta di fatto che l’antico borgo è legato indissolubilmente al nome dei Sanseverino che lo detenne fino al XV secolo. Il Borgo, dal fascino impareggiabile, è stato realizzato a cavallo tra due speroni rocciosi che si affacciano sopra la forra scavata dal fiume Mingardo, chiamata “gola del diavolo”. Sul primo è stato eretto “il castello” e la torre Longobarda, una fortificazione attribuita al cavaliere normanno Turgisio.  Edificato nell’XI secolo Il castello nel corso dei secoli ha subito numerose modifiche e oggi si vedono parte della cappella palatina, dell’abside e della navata. Mentre la torre longobarda a pianta quadrata realizzata in posizione strategica controlla l’unico valico di accesso alla gola del diavolo e quindi alla baia della Molpa, tra Palinuro e Marina di Camerota. Di essa sono visibili dei ruderi tra cui parti di una piccola volte a botte. Nel 2020 il rudere è stato oggetto di interventi archeologici dai quali sono emersi interessanti ritrovamenti tra cui 6 tombe di bambini. Il secondo sperone accoglie l’abitato, frutto di stratificazioni storiche che rimandano alle successive epoche longobarda, normanna, sveva , degli Angioini e degli Aragonesi, oltre a 2 cappelle tra cui la più piccola è stata recentemente ristrutturata. Il palazzo baronale di San Severino di Centola costruito nel XV secolo con la sua struttura che attraversa l’intero paese vecchio è l’edificio più grande del borgo. Costituito da 3 piani accessibili esclusivamente dal livello della via principale mostrala sua imponenza rivolta al nuovo paese posto a valle del borgo. Nella stessa area sorge la chiesa di San Nicola, con unica navata ed un absidesemicircolare è stata recentemente ristrutturata ed ospita ancora oggi alcunecelebrazioni religiose particolari.Non lontano si trovanoi ruderi imponenti della chiesa di Santa Maria degli Angeli anch’essa innavata unica  ed abside pentagonale.Qausi intatto è il campanile a pianta quadrata

  • Viviana Borriello

    Un luogo molto bello e suggestivo, paesaggi bellissimi. È abbastanza faticoso da visitare soprattutto per chi non è abituato a fare attività fisica infatti è preferibile andarci con gli indumenti (e soprattutto le scarpe) adatti. Metto solo 3 stelle perché non tenuto come dovrebbe, nonostante sia molto visitato, è un luogo abbandonato a sé stesso. Un vero peccato ma comunque un esperienza da vivere.

Aggiungi Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio
Qualità/Prezzo
Posizione
Pulizia

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Grazie!

La richiesta è stata inserita correttamente, ti risponderemo il più presto possibile!

Seguici sui nostri social!