Le Grotte di Castelcivita nascono grazie ai risultati magici dell´erosione dell´acqua, che si manifestano in modo più evidente nella caverna Bertarelli, di immense proporzioni, nella zona dei pipistrelli, nel ´Deserto´, oltrepassato il quale si arriva alla sala del ´Principe di Piemonte´, una vera cupola da dove si imbocca la caverna ´Boegan´. Oltre il ´Viale del Tempio´, ricco di colonne, e dopo la biforcazione dell´Orrido, si raggiunge il ´Battistero´, il lago ´Sifone´, il ´Salto dei Titani´ per raggiungere il lago ´Terminale´.

L´ingresso delle grotte di Castelcivita si apre su un ampio piazzale, alle pendici occidentali dei Monti Alburni, sulla destra del fiume Calore e a 94 metri sul livello del mare.

Superato il cancello d´ingresso, la volta s´innalza e si è colti dalla meraviglia dinanzi alla grandezza della natura che, con tanta pazienza, nel corso dei millenni, ha creato tutto ciò.

La grotta è un susseguirsi di gallerie, saloni, strettoie e pozzi, che si rincorrono, si sovrappongono, sprofondano in salti e paurosi baratri dove l´orrido e il fantastico si alternano in un arcobaleno di colori, dando vita a particolari unici nel loro genere: limoni, il viso di un cherubino, i grappoli d´uva, il grande presepe e la Pagoda.
La Grotta, riveste particolare interesse per gli enormi saloni, duomi, corridoi e ampie gallerie, tutti meravigliosamente addobbati da una straordinaria dovizia di concrezioni dalle forme più svariate che la natura ha saputo creare.

Ai piedi di una parete calcarea si erge l´ingresso che invita ad intraprendere un suggestivo e particolare viaggio nelle più profonde viscere della terra, colorato da verdi rupi.
Dopo pochi metri di percorso vi è la caverna detta del Guano, rappresentante una bocca circolare ed immensa; proseguendo il viaggio incontriamo gallerie, pozzi, strettoie la cui esplorazione infonde un´irresistibile curiosità.

Più avanti vi è una grande caverna intitolata alla guida Luigi Vittorio Bertarelli, in cui si innalza in perfetta verticale una meravigliosa colonna e vicina ad essa un´elegante stalagmite. Il tutto è sovrastato da numerosissime stalattiti imitanti motivi architettonici di grande interesse. Nella zona dei pipistrelli si notano delle concrezioni più scure perché corrose da sostanze acide; di qui si giunge nel Deserto la cui pavimentazione si presenta sabbiosa e pianeggiante. Oltre il Deserto si perviene alla grande Sala Principe di Piemonte particolare per la presenza di una colonna costituita da eleganti elementi a disco orizzontali.

Nella galleria detta Boegan invece lo spettatore si trova dinanzi ad un maestoso palcoscenico costituito da colonne stalagmitiche e centinaia di stalattiti riuniti armoniosamente in uno spazio limitato. Vari oggetti dell´età paleolitica, scoperte negli ultimi anni, fanno pensare che la Grotta sia stata abitata ininterrottamente dall´età della pietra fino all´età del ferro. Oltre a ciò che è stato descritto sino ad ora, la grotta presenta altre innumerevoli motivi naturali degni di altrettanta importanza.

Per info su orari d’apertura e costo biglietti clicca qui

Posizione

Recensioni Google

4,6
1.554 recensioni
  • Vitale Cotena
    Vitale Cotena
    nell'ultima settimana

    Bellissime. Avvilente scoprire che fanno 20'000 visitatori l'anno laddove le grotte di Frasassi ne fanno 3'000'000. Ovvio che gestire un patrimonio di levatura mondiale non è da tutti ma rimane sempre la domanda: possibile che al Sud non si riesca a far fruttare le immense ricchezze che abbiamo?

  • pietro Flaminio
    pietro Flaminio
    un anno fa

    Molto suggestivo, la prossima volta percorso completo da 4 ore

  • Carmen Serafino
    Carmen Serafino
    4 mesi fa

    Stupende! Uno spettacolo della natura. Peccato non facciano sconti famiglia. Primo tratto facile ed accessibile a tutti. Con un prezzo maggiorato si accede anche al secondo tratto ( al buio, forniti di casco con torcia e sul letto sabbioso del fiume...quindi scarpe da trekking e felpa)il secondo tratto è aperto fino a settembre, dopo viene interdetto causa pioggia.

  • MATTEO DE FINA
    MATTEO DE FINA
    un anno fa

    Bellissime grotte. Peccato non aver fatto l'escursione speleologica di basa

  • Chiara Castellani Tarabini

    Le grotte di Castelcivita sono bellissime, c'è poco da aggiungere! Abbiamo fatto il percorso al buio: per circa 40' viene tolta la corrente ai fari che illuminano le grotte, e i visitatori possono contare solo sulle lampade dei loro caschi. Molto divertente e suggestivo, adattissimo per i bambini di tutte le età.

Aggiungi Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio
Qualità/Prezzo
Posizione
Pulizia

Ora È Chiuso

Orari Di Apertura

  • Lunedì 10:30 - 15:00
  • Martedì 10:30 - 15:00
  • Mercoledì 10:30 - 15:00
  • Giovedì 10:30 - 15:00
  • Venerdì 10:30 - 15:00
  • Sabato 10:30 - 15:00
  • Domenica 10:30 - 16:30

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Grazie!

La richiesta è stata inserita correttamente, ti risponderemo il più presto possibile!

Seguici sui nostri social!