La struttura originaria del Castello Angioino Aragonese di Agropoli risale ai Bizantini, oggi presenta l’aspetto assunto dopo le varie ristrutturazioni che si sono susseguite per adattarlo alle continue innovazioni dell’arte della guerra, notevolmente ampliato rispetto all’originario impianto, infatti, questo venne prima profondamente modificato e ristrutturato, nel corso del XV secolo, dai Sanseverino conti di Marsico, potenti feudatari del Regno di Napoli.

Poi fu la volta, nel 1806, delle modifiche apportate per ordine di Napoleone Bonaparte che lo fece occupare dal Genio militare facendolo diventare centro della difesa costiera dell’intero Principato Citra.

Castello di Agropoli
Il fossato e il Castello Angioino Aragonese
Queste profonde modifiche gli hanno dato la forma in cui oggi si presenta: esso è a pianta triangolare ed ha tre torri circolari ai vertici, si erge maestoso sul promontorio andandosi ad incastrare con un vertice all’interno dell’area del borgo antico, mentre la base si protende fuori del nucleo abitato, come fortificazione avanzata sul versante collinare del pendio più dolce e più esposto agli assalti dei nemici.

L’interno del castello è occupato dalla piazza d’armi e da edifici addossati sui lati settentrionale, dove si trova la “Sala dei francesi“, così chiamata a ricordo della sosta del drappello delle truppe francesi nel periodo napoleonico, e orientale. La piazza, oggi è adibita a giardino e a teatro all’aperto.

Attorno alle mura del castello sul lato occidentale, quello che affaccia sul borgo, troviamo il classico fossato largo e profondo, mentre, purtroppo, a causa di svariati smottamenti e interventi agricoli nel corso dei secoli, sul lato orientale non ve ne è quasi più traccia.

Il castello di Agropoli è legato a diversi personaggi:

– Luisa Sanfelice, personaggio minore della rivoluzione napoletana del 1799, la cui vicenda umana ispirò il romanzo di Alexandre Dumas (padre), La San Felice.

Nata a Napoli nel 1764 fu sposa di Andrea Sanfelice, che più volte dimorò nel Castello, la donna fu condannata alla decapitazione per aver svelato la congiura contro la Repubblica organizzata dai fratelli Baccher;

– Marguerite Yourcenar, scrittrice francese. che talmente fu affascinata da questo luogo che menzionò il castello di Agropoli nel racconto “Anna, soror”.

– Giuseppe Ungaretti, che venne in visita nel Cilento all’inizio degli anni trenta del XX secolo e che ritrasse magistralmente Agropoli nel volume “Mezzogiorno”.

Il Castello è visitabile gratuitamente tutto l’anno ed è sede di importanti eventi culturali.

Leggi la storia di Agropoli e scopri nuovi posti da visitare oppure guarda la mappa con tutte le attrazioni.

Posizione

Recensioni Google

4,4
2.979 recensioni
  • Pino Pierro
    Pino Pierro
    un anno fa

    La fortezza è bellissima ed il panorama è mozzafiato, ma all'interno non c'è molto da vedere. Anche la cosiddetta sala dei francesi non è che offra granché di attraente. Infine dó una stella in meno per la terrazza di.... "catrame" e la ringhiera che è un eufemismo definire poco in sintonia con l'ambiente...

  • Iolandino Baiano
    Iolandino Baiano
    12 mesi fa

    Un bel castello, mantenuto egregiamente per quanto riguarda l'esterno. L'interno è accessibile, tramite un biglietto, solo il fine settimana per quasi tutto l'anno. Credo che luglio ed agosto sia aperto tutti i giorni. Comunque è interessante ed è carino anche tutto il centro storico.

  • Mister Energy Italia
    Mister Energy Italia
    2 settimane fa

    Fantastico e meraviglioso sia per la location che per il panorama. Ben collegato ad un caratteristico centro storico che sfocia poi in un corso bellissimo di Agropoli. Consiglio la visita è una dei posti più belli del Cilento!!

  • Marco Miglianti
    Marco Miglianti
    11 mesi fa

    Da questo luogo si gode un panorama stupendo. In questo periodo è presente una mostra fotografica molto interessante. In zona ci sono ristoranti molto carini che servono la pizza nel cesto

  • Roberto Sciarrone
    Roberto Sciarrone
    un mese fa

    Una delle principali attrazioni del borgo antico di Agropoli, comune cilentano della provincia di Salerno, è senz’altro il Castello Angioino Aragonese situato nel centro storico. Un tempo fortezza e presidio militare ma anche residenza nobiliare, oggi il Castello è un luogo affascinante da visitare per la sua storia ed è anche lo scenario di eventi culturali e di spettacoli teatrali all’aperto. Ogni anno, per esempio, ospita la rassegna Settembre Culturale.

Aggiungi Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio
Qualità/Prezzo
Posizione
Pulizia

Ora È Chiuso

Orari Di Apertura

  • Lunedì 09:00 - 13:00
    17:00 - 21:00
  • Martedì 09:00 - 13:00
    17:00 - 21:00
  • Mercoledì 09:00 - 13:00
    17:00 - 21:00
  • Giovedì 09:00 - 13:00
    17:00 - 21:00
  • Venerdì 09:00 - 13:00
    17:00 - 21:00
  • Sabato 09:00 - 13:00
    17:00 - 21:00
  • Domenica 09:00 - 13:00
    17:00 - 21:00

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Grazie!

La richiesta è stata inserita correttamente, ti risponderemo il più presto possibile!

Seguici sui nostri social!

GDPR Cookie Consent with Real Cookie Banner